• Italiano
  • English

menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Erasmo Neviani nominato coordinatore della Commissione Food Project di Ateneo

Nuovo incarico per il vicedirettore del dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco

Parma, 6 novembre 2019 –  Erasmo Neviani è stato nominato coordinatore della Commissione Food Project di Ateneo dal Rettore Paolo Andrei. Neviani, vicedirettore del dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco, faceva già parte della commissione dal momento dell’istituzione, avvenuta nel 2017.

Il Food Project nasce dalla volontà dell'Università di Parma di mettere a sistema le diverse competenze nei settori della ricerca, della didattica e della terza missione sulle tematiche legate al mondo degli alimenti e della nutrizione. Lo scopo è migliorare le prestazioni di ricerca e sviluppo nel settore e intensificare i rapporti con le aziende. In questo senso, l'Ateneo si propone come partner per centri di ricerca italiani e per le aziende che necessitano di capacità e sostegno per l’innovazione nell'agroalimentare e nelle tecnologie.

Erasmo Neviani - Note biografiche:

Erasmo Neviani è professore ordinario di Microbiologia Agraria  nel dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. Si è laureato in Scienze e Tecnologie alimentari nel 1980 all'Università di Milano, dove, nel 1992, ha anche ottenuto  la specializzazione  in Applicazioni Biotecnologiche.  Attualmente è vicedirettore del dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco e ha fatto parte della Commissione Food Project di Ateneo fin dalla sua costituzione. È stato preside della facoltà di Agraria dal 2009 al 2012 e presidente del corso di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari dal 2012 al 2018. E' stato inoltre delegato del Rettore per le attività dell'Ateneo in ambito  EXPO-2015.

Dal 2013 al 2016 è stato presidente della Società Italiana di Microbiologia Agraria, Ambientale e  Alimentare.

Le principali aree di ricerca di Neviani riguardano la microbiologia alimentare, la microbiologia delle fermentazioni industriali e ambientali e lo studio della composizione del microbioma intestinale umano in relazione agli effetti indotti dall'alimentazione.

È stato responsabile di progetti di ricerca nazionali ed internazionali e di differenti collaborazioni con le industrie del settore alimentare ed autore di più di 300 pubblicazioni scientifiche e di numerosi testi specialistici.

Pubblicato Mercoledì, 6 Novembre, 2019 - 09:23 | ultima modifica Mercoledì, 6 Novembre, 2019 - 10:39